Pietro Toniolo

2005-08-18

112444539605821943

Filed under: Uncategorized — ptoniolo @ 18:40:00

Stamattina, alle 8:15 mi presento alla Island Diving, in barca andiamo verso Phi Phi Le. Una prima immersione in matinata, in un golfo a est dell’isola, poi pranziamo, e facciamo una seconda immersione sull’isoletta piu’ a nord di quelle sotto Phi Phi Le.

La prima immersione cosi’ cos’, la seconda molto piu’ carina, con alcuni Leopard Sharks e una bellissima tartaruga, che mangiua alghe senza interessarsi a noi che le giriamo attorno. Tra le due immersioni faccio un po’ di snorkelling, e mi becco un’aragosta e un enorme serpente di mare, di almeno una paio di metri, che sta scappando da alcuni sub, mi passa sotto pochi metri, viene in superficie e nuota per un po’, serpenteggiando, con la testa fuori dall’acqua. Bellissimo.

Torniamo presto, e mi faccio dare delle dritte per un po’ di snorkelling. Mi consigliano Ran Tee, una baia a est dell’isola. Mi avvio a piedi lungo la spiaggia, per girare la punta. Dicevano fosse una passeggiata di 40 minuti invece ci si mette almeno un’ora e mezza. E per fortuna c’e’ bassa marea (e fullmoon, infatti c’e’ poca gente perche’ sono tutti a Ko Phangan) cosi’ riesco a passare suygli scogli e nell’acqua bassa a riva.

Insomma, arrivo gia’ stanco a Ran Tee, mi faccio comunque una mezz’ora di snorkelling, la barriera e proprio carina, anche se la marea e’ forse un po’ troppo bassa. Poi, malgrado il tizio di una guesthouse poverissima li’ mi avesse garantito che ci sarebbe stata una barca a riportarmi indietro, di barca non c’e’ traccia.

Allora decido di tornare a piedi (a;trimenti avrei dovuto passare la notte li’) e mi avvio su per le collina, verso il viewpoint. Che faticata! Il sentiero va su dritto, pieno di radici di alberi, in una giungla fitta. E io ho addosso dei sandali, non il massimo per camminare. Dalla cima, la strada in discesa verso il paese e’ uno strano sentiero cementato, e alla fine sono gradini. Alla fine ci metto almeno 40 minuti, ma almeno arrivo prima del buio! Sono stremato e sudatissimo.

Passo dall’albergo a fare una doccia, mi accordo con la Island Diving per un giro alle isole a sud, Hin-qualchecosa, che pare siano seconde solo alle Similan, quelle a nord, verso la Birmania (e infatti costano il doppio della local dive, 3600 contro 1800). Ho la schiena e le gambe a pezzi, e decido di farmi fare un massaggio. Qui e’ pieno di negozietti che propongono massaggi ai passanti.

La ragazza e’ proprio molto brava, faccio un massaggio all’olio alle erbe. Una una qualche sostanza ematopoietica (tipo la Vegetallumina) che scalda un casino all’inizio. Fa il massaggio con dita, mani, palmi, gomiti, piante dei piedi. Molto brava. Un’ora per soli 350 baht, alla fine sono veramente rigenerato. Non credevo, a me in genere da un po’ fastidio l’idea di farmi massaggiare, o mettere le mani addosso, in generale.

Passo ancora dalla Island Diving e mi dicono che alla fine hanno annullato il giro alle isole, perche’ ci sono poche adesioni. Mi consigliano la Phi/Phi diving, li’ vicino, e in effetti loro la farebbero, e quindi passo alla concorrenza.

Advertisements

Leave a Comment »

No comments yet.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Create a free website or blog at WordPress.com.

%d bloggers like this: